Centro Chiavacci, “Una rinnovata coscienza per osare percorsi di responsabilità”

Proseguono gli incontri sulla “Laudato si” di papa Francesco. Domenica 11 ottobre 2020 incontro-dialogo con il fisico Luca Fiorani e il filosofo Leopoldo Sandonà

“Una rinnovata coscienza per osare percorsi di responsabilità” è il titolo dell’incontro che avrà luogo domenica 11 ottobre con inizio alle ore 10 al Centro di Spiritualità e Cultura Don Paolo Chiavacci” di Crespano di Pieve del Grappa (Treviso). Sarà un dialogo con Luca Fiorani docente di Didattica della Fisica presso l’Università di Roma Lumsa e ricercatore Enea a Frascati, e Leopoldo Sandonà docente di filosofia presso l’Istituto di Scienze Religiose di Vicenza, facoltà teologica del Triveneto. Moderatore sarà il giornalista di “Avvenire” Umberto Folena. Alle 12 seguirà la S. Messa e il pranzo. L’incontro sarà trasmesso in diretta Facebook sulla pagina del Centro di formazione professionale di Fonte.

L’appuntamento di domenica fa parte del ciclo di sette eventi che propongono riflessioni e dibattiti sulla “Laudato si”, l’enciclica del 2015 di papa Francesco sull’ecologia integrale, l’equità verso i poveri, la salvaguardia del Creato.

Ad organizzarlo l’ufficio di Pastorale sociale e del Lavoro della diocesi di Treviso, il “Centro di Spiritualità e Cultura Don Paolo Chiavacci”, l’associazione “Incontri con la natura per la salvaguardia del creato don Paolo Chiavacci”, la “Fondazione Opera Monte Grappa” e il Centro di formazione professionale di Fonte (Cfp). Il Centro Chiavacci fin dalle sue origini, promuove attività di studio, ricerca e formazione su questioni riguardanti l’incontro con la natura e la salvaguardia del Creato.

 «Auspichiamo che questi relatori ci aiutino ad acquisire una rinnovata coscienza di ciò che ognuno di noi può fare per la salvaguardia del mondo in cui viviamo  – commenta don Paolo Magoga responsabile dell’Ufficio di Pastorale sociale e del Lavoro – partendo dalla nostra quotidianità. Non dobbiamo delegare ad altri ciò che possiamo fare noi stessi. Le famiglie, il mondo produttivo, i giovani hanno bisogno di messaggi chiari e realizzabili   perché come scrive il papa nella ‘Laudato si’ – abbiamo bisogno di “un mutamento radicale nella condotta dell’umanità”.

I prossimi appuntamenti del ciclo sulla “Laudato si” saranno giovedì 15 ottobre alle ore 15 al Centro di Formazione Professionale Opera Monte Grappa di Onè di Fonte su “Quale relazione tra inquinamento e malattie” con Maria Rosa direttrice del Servizio Stato dell’Ambiente di Arpav Treviso e Mario Mastromarino medico del Servizio Igiene e Sanità Pubblica dell’ Ulss 2 Marca trevigiana. L’incontro è rivolto agli insegnanti di scuola secondaria di primo e secondo grado del territorio e si colloca, per gli insegnanti e studenti del Cfp di Fonte, in un più ampio progetto didattico sull’inquinamento dell’aria. Venerdì 16 ottobre alle ore 20 al centro Chiavacci veglia missionaria dal titolo “Eccomi manda me!”.